Museo Pietà Rondanini – Michelangelo

Castello Sforzesco, Cortile delle armi, piazza Castello • Orario: dalle ore 9.00 alle ore 17.30 - Lunedì chiuso - L’ingresso è compreso nel biglietto unico per i Musei del Castello Sforzesco al costo di 5 euro
Informazioni: Tel. 02 88463703
Pietà Rondanini - Michelangelo - Milano
0
Share

In concomitanza con Expo 2015, la celebre Pietà Rondanini ha trovato una nuova casa. Dopo essersi svelata, per quasi sessant’anni, solo agli sguardi più attenti dei visitatori del Museo d’Arte Antica del Castello, all’interno della Sala degli Scarlioni, protetta da una nicchia d’autore firmata dallo studio BBPR, ora è al centro dell’Ospedale Spagnolo, in una sala affrescata e spoglia, nell’ala opposta del Castello Sforzesco, dove si curava dalla peste la guarnigione ai tempi della dominazione spagnola, nella seconda metà del ‘500. Qui l’allestimento moderno ed essenziale studiato da Michele de Lucchi valorizza l’opera in un modo sorprendente, come spiega lo stesso architetto milanese: «Il nuovo allestimento ribalta completamente la visione ad oggi consueta dell’opera: entrando i visitatori vedranno infatti la scultura di spalle e scorgeranno per prima cosa ciò che Michelangelo scolpì per ultima, la schiena della Madonna ricurva sul Cristo, rendendo ancora più intensa l’emozione per l’opera. Solo girando attorno alla statua si vedrà la parte anteriore, con il Cristo cadente sostenuto dalla Madre: una prospettiva assolutamente inedita, voluta per mettere in risalto quella dimensione della scultura, incompiuta, prima impossibile da osservare nella sua completezza».

 

La Pietà Rondanini rappresenta il testamento spirituale di Michelangelo che l’ha scolpita fino a pochi giorni prima della sua morte, nel 1564. Dopo essere stata recuperata dal marchese Giuseppe Rondinini (questo il vero nome), raffinato collezionista romano, per diversi secoli non fu più reperibile, fino a quando nel 1952 la scultura venne acquistata dal Comune di Milano ed esposta per la prima volta nel 1956 in occasione della riapertura dei Musei del Castello nel secondo dopoguerra. Quasi sessant’anni dopo, la scultura rinasce con un’energia nuova. Tutta da ammirare.
(foto di Roberto Mascaroni)

 

Per saperne di più: www.milanocastello.it

 

[codepeople-post-map]
Share

Tags: , , , , , , ,




Licenza Creative Commons
PerMilano è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Back to Top ↑