Haigō: il design che sorprende

Haigō: il design che sorprende

via Paolo Sarpi 52 • Orario: da martedì a venerdì dalle 11 alle 14,30 e dalle 15,30 alle 20. Sabato e domenica dalle 11 alle 20
wow@haigo.space
Share

Basta parlare pochi minuti con Fabio Colturri, fondatore con Marica Gigante dello spazio Haigō, nato a febbraio 2018 in via Paolo Sarpi, per capire che una nuova idea di negozio è approdata in città.

 

Nel nome c’è già un destino: la traduzione della parola giapponese Haigō significa “armonia tra elementi diversi”. Una promessa che viene confermata a partire dalla vetrina, dove compaiono oggetti di design mai visti prima e tutti diversi tra loro, fino alla scelta degli spazi (su tre livelli) disegnati e realizzati “a mano” dagli stessi ideatori in modo contrastante, passando dalla raffinatezza essenziale dell’ingresso all’area espositiva grezza e incompleta del sotterraneo, fino al piccolo palco superiore dedicato alle atmosfere di Shanghai. Dalla lampada fluttuante al supporto a parete per appendere la bici, dalla teiera surrealista alla sedia ultra-geometrica… ogni oggetto esposto qui è stato scelto con cura in giro per il mondo, con una preferenza per lo stile minimale scandinavo. I prezzi? Alla portata di tutte le tasche: da 13 euro in su.

 

Ma l’origine geografica dei designer esposti da Haigō è molto varia: «Asia, America, Nord Europa e Milano sono solo alcuni dei luoghi di provenienza dei nostri oggetti» spiega Fabio «Siamo maniacali e instancabili nella ricerca e selezione ed è essenziale per noi scoprire nuovi talenti per portarli al pubblico milanese».

 

Lo spazio nel cuore di Chinatown è l’inizio («il 10 per cento») di un progetto ambizioso che alla voce Haigō prevede presto «l’apertura di un grande concept store immersivo da vivere ed esplorare in prima persona» spiega il team che aggiunge: «Vogliamo combinare nello stesso luogo un negozio, un bar, un ristorante e uno spazio-eventi multifunzionale per mostre d’arte, musica e conferenze». La location? Sarà la prossima sorpresa. Nel frattempo lo spazio in via Paolo Sarpi vale una visita, anche perché, come sostengono Fabio e Marica: «Secondo noi Chinatown è una zona unica di Milano, dal carattere forte, fatta di contrasti estremi…». Esattamente come Haigō.

 

Una nuova ventata di creatività è arrivata in città, firmata da due giovani che hanno girato il mondo per motivi di studio e di lavoro e che hanno scelto di fermarsi a Milano per realizzare il proprio sogno al grido di We fight the ordinary (combattiamo l’ordinario). Orari di apertura compresi. Perché proprio Milano?: «Semplice: dopo anni all’estero vogliamo contribuire alla maestosa evoluzione che questa città sta vivendo negli ultimi anni». Bentornati.

 

Info: www.haigo.space

Su Facebook tutti gli eventi

 

Curiosità perMilano: sia il curriculum vitae di Fabio Colturri sia quello di Marica Gigante rivelano molto dell’anima di questo progetto. Ecco perché è utile sapere che Fabio ha studiato Ingegneria informatica a Milano, vissuto un anno ad Amsterdam, conseguito un Master in Management a Parigi, lavorato al Ministry of Sound di Londra, vissuto 6 mesi a Singapore e lavorato un mese nelle Filippine per una ONG. Mentre Marica ha una vasta esperienza in visual merchandising in Italia, Russia, UK, Giappone, USA e, negli ultimi anni, ha costruito il suo network tramite Youtube e Instagram, dove ha conosciuto Fabio.

Share

Tags: , , , , , , ,




Licenza Creative Commons
PerMilano è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Back to Top ↑